Referendum: le grandi battaglie laiche che hanno cambiato
la storia del nostro Paese

Dalla prima consultazione del 2 giugno 1946, il referendum è stato uno strumento in grado di cambiare la storia del nostro Paese. non solo attraverso battaglie cruciali quali il divorzio e l'aborto. Spiegheremo la differenza fra il sistema italiano, che prevede solo il referendum abrogativo, e quello di altri Paesi che prevedono anche la formula propositiva. Infine cercheremo di analizzare i perché del calo di affluenze che negli anni ha impedito il raggiungimento del quorum necessario per validare l'esito della consultazione referendaria. (4 giugno 2011)


Ospiti

Mario Staderini, segretario nazionale Partito Radicale
Bruno Aprile del comitato cittadino democrazia diretta
Paolo Michelotto della lista civica Più democrazia di Rovereto

Ascolta on-line - parte 1


Ascolta on-line - parte 2


incontro con l'autore

DEMOCRAZIA DIRETTA:
come funziona e come si potrebbe applicare in Italia

La difficoltà nel riconoscere la democrazia diretta come essenziale forma integrativa e complementare della democrazia rappresentativa, il fatto di affermare che non la si può attuare adducendo l'estensione di un territorio o il numero eccessivo dei suoi abitanti o l'impreparazione dei cittadini sono solo pretestuosi perché oltre a dimostrare di non voler applicare alcuni principi costituzionali non tengono conto dell'esistenza di altri aspetti nella nostra Costituzione che ne permetterebbero invece un più facile utilizzo.

Vivere meglio con più democrazia. Guida sulla democrazia diretta per cittadini attivi e consapevoli. Edito dal Comitato cittadino democrazia diretta. Scarica gratuitamente la versione e-book