Scrittori migranti

Sono più di 400 gli autori di origine straniera, provenienti da 92 paesi, che hanno scritto e pubblicato i loro libri in italiano. Con i loro lavori letterari, questi autori, compongono una nuova letteratura italiana, apportano nuova linfa alla nostra lingua madre. Ma se è vero che la scrittura può creare ponti che uniscono mondi più o meno lontani e nuove forme di comunicazione è altrettanto vero che in una società sempre più globalizzata siamo tutti cittadini del mondo e tutti coloro che vogliono esprimersi attraverso la parola scritta, in fondo, sono voci erranti. (11 giugno 2011)


Ospiti

Claudileia Lemes Dias, autrice e editrice della Compagnia delle Lettere
Roberta Sangiorgi, presidente di Eks&Tra
Marco Wong, presidente onorario di Associna (Associazione dei cinesi di seconda generazione) e direttore editoriale del mensile bilingue "It's China"
Clotilde Barbarulli, ricercatrice del C.N.R. di Firenze, presso l'Opera del Vocabolario Italiano
Pino Cangialosi, direttore della IYI Orchestra

Ascolta on-line


incontro con l'autore

SENSUALI LATENZE
DELL'EROS MULTIETNICO

C'è qualcosa che rende emotivamente più ricca la coppia mista? Dove si cela la magia dell'eros multietnico? L'espatrio è lacerazione. Alienazione. Il tuffo in una cultura estranea frantuma tutti riferimenti abituali, l'identità si sbriciola nel labirinto di nuovi modelli di comportamento. Per trovare l'equilibrio fra due mondi, il migrante ha estremo bisogno di relazioni, di calore e di affetto. E così come nel suo modo di comunicare fa capolino la struttura rassicurante della lingua madre, nel suo modo di amare traspare un linguaggio del corpo diverso, straniero.
È questa latenza sensuale la protagonista di questa antologia di racconti nella quale autori italiani e migranti ci raccontano la poetica dell'altrove, l'eros tenero o violento, fugace o coniugale, di un Paese sempre più misto, meticcio, multietnico.

Miele e latte sotto la tua lingua, Compagnia delle lettere.