Banca: quando i conti non tornano

I rapporti fra banca e cittadino sono sempre più difficili. L'accesso al credito non solo è difficile, ma ha spesso un 'costo' che mette a dura prova la già fragile economia aziendale. Quando il tasso di interesse è troppo alto si configura il reato di anatocismo. Ma il reato di usura nel codice penale italiano non è di così facile interpretazione per quanto riguarda il sistema bancario, sia per gli avvocati sia per i giudici. Come può allora orientarsi il cittadino? (18 dicembre 2010)


Ospiti

On. Bobo Craxi responsabile della politica estera del Partito socialista italiano, già sottosegretario di Stato agli Affari Esteri con delega all’internazionalizzazione delle imprese
Daniela Russo direttore editoriale del mensile Liberoreporter e fondatrice dell’associazione Libero Confronto
Gianni Frescura autore del libro "USURA E ANATOCISMO NELLE OPERAZIONI DI CREDITO FINANZIARIO" edito da Liberoreporter


incontro con l'autore

L'USURA NEL VERBO RELIGIOSO L'islam e la prassi bancaria moderna: nel mondo islamico il mantenimento fino ai nostri giorni del divieto di usura si presenta con tipologie e sviluppi propri, che hanno condotto l'intero sistema economico a un'evoluzione atipica per le concezioni europee, di matrice cristiano-giudaica. Il divieto delle usure, nato e sancito nel Corano attraversa i secoli dal VII a oggi senza deroghe o limitazioni. Ne parliamo con l'autrice, Chiara Scattone, docente di Diritto islamico presso l’Università Roma Tre e addetta ai temi religiosi per il sito www.laici.it. Leggi l'intervista

Ascolta on-line